Video tutorial – Il Recupero del Vero Minimo – La tecnica segreta

L’operazione di oggi scatta grazie alla mia TERZA TECNICA, ovvero il Recupero dei Vero Minimo (o Massimo), anche detta RVM.

Tale tecnica come ho già spiegato più volte, è una tecnica estremamente profittevole ed è a CONOSCENZA ESCLUSIVA DEI MIEI ALLIEVI.

Quando conosci quelle che sono le accelerazioni del mercato vero e quali di quello falso riesci a comprendere molto bene quando entrare, aumentando così le entrate giuste a livello statistico e di conseguenza, tenendo una corretta strategia di gestione, anche i profitti.

L’operazione, nonostante si trattasse di preapertura, aveva tutte le caratteristiche giuste per portare a casa la nostra soddisfazione quotidiana.

Come spesso capita nel trading, il target non è stato raggiunto. Ma non importa. L’importante è fare le cose giuste al momento giusto, controllando quegli impulsi emotivi che potrebbero vanificare in pochi istanti tutti i nostri sforzi.

Il Segreto dei Market Movers è il segreto dell’RVM

Buona giornata

Sprappi

6 thoughts on “Video tutorial – Il Recupero del Vero Minimo – La tecnica segreta

  1. Buonasera Vittorio e grazie per la condivisione del video.
    La prima cosa che mi colpisce è l ‘entrata: praticamente sui minimi del nuovo trend: davvero complimenti.
    Volevo poi chiederti: il target da te fissato (11849,5) è in relazione al recupero del movimento ribassista oppure sono altri i criteri che ti fanno individuare un primo target ?
    Grazie in anticipo e buona serata.

    • Ciao Antonella, buongiorno. La RVM è una tecnica abbastanza complessa ed ha il target individuato attraverso una particolare analisi del grafico e dei movimenti eseguiti. In ogni caso mettere come target il recupero dell’ultima accelerazione come hai detto tu può essere un’ottima alternativa per semplificare.

      Buona giornata e grazie

      Vittorio

  2. ciao vittorio complimeti di nuovo se si sentisse la voce con descrizione sarebbe il massimo. prova ad usare quick time player e fai nuova registrazione schermo ti registra sia lo schermo che la voce e poi lo carichi su youtube.
    scusa il grafico e’ sempre a un minuto ma come fai a capire che si tratta di un recupero del minimo? dalla candela che ha fatto il minimo piu’ basso e chiuso rialzista tipo un calicetto come li chiama serafini?
    nel tuo trade non hai valutato che in preapertura si e’ formato un gap down che il mercato tenta di chiudere?
    scusa vittorio una domanda importante:
    – ma e’ vero che le barre lunghe rialziste o ribassiste che siano al di la’ del time free i market movers tendono sempre a richiuderle almeno fino ad un pip dall’open di tale barre che e’ molto sentita.
    grazie in anticipo e buona serata leo

    • Ciao Leonardo, molte grazie per i complimenti. A breve seguirò il tuo consiglio e utilizzerò quick time player. Per il momento non sto registrando l’audio perché non riesco a concentrarmi sull’operazione e contemporaneamente parlare. Magari metterò la voce successivamente cercando di aumentare anche la qualità complessiva.

      La mia entrata non è a calicetto ma a recupero, e non ho atteso rotture. Non ho considerato la chiusura del gap perché molto spesso infatti proprio i Market Movers creano un movimento che si chiama Falsa Chiusura del Gap, fregando tutti quelli che pensano a una sua immediata chiusura. Prossimamente ne parleremo.

      Riguardo le accelerazioni, dipende dai casi. Se il mercato è laterale è più frequente ciò che dici, se c’è un trend bisogna considerare che cosa ha fatto il mercato prima che si creasse lo spike.

      Buona giornata

      Vittorio

  3. Buonsera o buongiorno Vittorio…
    Io penso che tu eri convinto che andassi in stop…per due motivi semplici
    Il primo perchè la penultima candela era rossa e fra l’altro il max non ha nemmeno raggiunto il max della long candle verde precedente;
    il secondo perchè l’apertura dell’ultima candela inizialmente verde aveva lo stesso livello della chiusura della precedente rossa e non un tick in più verso l’alto. Fra l’altro i “guizzi” in su che ha avuto, non hanno nemmeno raggiunto il max della candela rossa precedente.
    Questa è la mia analisi e non col senno di poi, ma l’avrei interpretata cosi anche in reale.
    Ma l’obiettivo è stato raggiunto, gain!
    desidero un tuo parere
    saluti per tutti
    am

    • Buongiorno Alessandro, quando entro in un trade cerco di non essere convinto di niente. Nel senso che in mano ho solo la statistica derivante da dei lunghi studi che ho fatto in passato. A parte questo, nessuno può sapere nel dettaglio l’esito di una operazione. In borsa la parola “sicuro” la dobbiamo proprio togliere.

      In ogni caso interessante il tuo commento, mi ha permesso di vedere le cose sotto un nuovo punto di vista.

      Buona giornata e grazie

      Vittorio

Lascia un Commento