Revolution Day: una settimana alla chiusura delle selezioni

Il 29 febbraio si chiudono ufficialmente le selezioni per il Revolution Day del 14 marzo 2016. Nel corso di questi mesi ho avuto davvero moltissime richieste di adesione, molte di più di quelle che mi sarei mai immaginato. D’altra parte, purtroppo, a quantità non ha corrisposto la qualità degli aspiranti partecipanti.

Le domande sono state circa 50 e i posti totali, come è noto, erano solo 20. Se il mio obiettivo principale fosse stato quello di tirare il più possibile al soldo avrei cercato di stipare il più possibile la mia aula.

Nulla di tutto questo. Il mio obiettivo non era quello. Il Revolution Day nasce dal desiderio di cambiare concretamente la vita delle persone. Coloro che partecipano devono avere le capacità e le conoscenze di base necessarie ad affrontare un determinato tipo di percorso.

Ti dirò caro amico, che i partecipanti finali sono meno di 10. Infatti, meno di 10 persone su 50 si sono dimostrate all’altezza, sia intellettualmente che culturalmente, di affrontare l’incredibile percorso che ho proposto. Come sai, lo ribadisco sempre, non sono un venditore di corsi, ma un trader professionista che crede fortemente nella spiritualità.

Se sono disposto a condividere i miei studi e un decennio delle mie fatiche con te è perché è arrivato il momento di dare alla vita qualcosa in cambio per la libertà che mi ha donato. Non è un discorso retorico, ma un sincero ringraziamento, il mio modo per restituire al mondo quello che con grande generosità mi è stato regalato.

Le energie, positive o negative che siano, circondano le nostre vite. A noi poi il compito di utilizzarle e farle confluire nel migliore dei modi. Da quando insegno non solo sono una persona migliore, ma anche un trader di maggior successo. Avere degli allievi mi ha dato modo di essere più sicuro delle mie tecniche e delle mie idee. Sono molto più disciplinato di un tempo. Avendo una grande responsabilità nei confronti di chi crede in me cerco sempre di sgarrare il meno possibile.

D’altra parte, sono anche io un uomo come tutti gli altri. Anche io ho le mie debolezze, i miei timori e le mie paure. Ho anche io i miei momenti di sconforto e le mie gioie. Anche io ho giorni in cui mi sveglio storto. Non sono né Rambo né Superman. Sono semplicemente un trader che sa fare bene il suo lavoro.

Il mio è un impegno in prima persona. Mi espongo insegnando quello che conosco perché sono stanco di sentire le storie di tanta gente che ha perso tutto in borsa. Come è noto, solo il 10% dei trader guadagna. Basterebbe spostare anche solo di qualche punto percentuale l’ago della bilancia per regalare a migliaia di persone la speranza di un futuro migliore. Una vita più libera e degna di essere vissuta per se stessi e per i propri cari.

Un grazie a tutti quelli che credono a questo progetto. A tutti coloro che vogliono un futuro migliore. Un grazie a tutti quelli che pensano con me che la vita non sia solo mangiare, andare in bagno e riprodursi.

Un grazie ancora ai grandi di cuore. E’ merito loro se la vita ha un valore così inestimabile.

Buona giornata

Sprappi

4 thoughts on “Revolution Day: una settimana alla chiusura delle selezioni

  1. Ciao Vittorio, da qualche mese seguo il tuo blog per curiosità prima per imparare poi, mano a mano che leggevo i vari capitoli del blog non potevo sottrarmi dalla curiosità di conoscere più a fondo una persona di 30 anni filosofo che per diletto intraprende la carriera di trader! Sarà che un mio stretto conoscente dopo tre anni di filosofia ha scelto una vita normale con un’occupazione normale ma quando ti relazioni con lui emerge sempre un tratto critico, anticonformista, razionale, indipendente, a tratti cinico ma sempre con soluzioni concrete e propositive, sarà che il blog è gestito innanzitutto da una persona libera sincera che si diverte, sarà che la mia curiosità mi ha spinto a farmi delle domande ad esempio,
    Se è vero che il trader profittevole deve comportarsi come le remore:
    Il trader è un parassita? il trader è uno speculatore? Il trader è paragonabile ad un avvoltoio?
    Nei capitoli che postavi tornava sovente la parola spiritualità,
    in alcune tue affermazioni pareva tu ci credessi a questa parola,. Per capire con chi avevo a che fare, ho dovuto rispondermi innanzitutto ad una semplice domanda; ma che relazione esiste tra il trader e la spiritualità? Di primo acchito parrebbe nulla, spiritualità detta da Sprappi poi ancor meno, però se il Vittorio non lo conosci per correttezza intellettuale non lo giudichi. Qui ho voluto fare l avvocato del diavolo, quindi pensare male si fa peccato ma ci si azzecca quasi sempre (qualcuno diceva),caduto nel pregiudizio, forse un po’ l’invidia pensare ad un trentenne capace e competente nella sua professione fa un po’male, quando vedi alcuni suoi gain profittevoli forse la frustrazione si trasforma in rabbia e manda la tua autostima verso il basso, però sotto sotto un sentimento strano odio amore condito di rabbia e stima ti fa comporre il suo numero di telefono che con disinvoltura mette nel suo blog, ma nulla non risponde starà “remorando” candidamente? Poche ore più tardi mentre aspetti la figlia fuori da scuola squilla Iphone rispondi ad un numero sconosciuto pensi i soliti rompiscatole, una voce suadente dolce ma determinata si presenta sono Vittorio Vittorio Sprappi, tu che penseresti, come ti sentiresti? Mi sono sentito pressochè un verme, Sprappi Vittorio telefona a me…..

    Conversazione piacevole ti accorgi che dall’altra parte del telefono c’è una personalità strutturata ti parla del suo gatto Freud con la stessa disinvoltura con cui parla di se non da uomo sul piedistallo ma da persona con le sue perplessità con i suoi dubbi con la sua voglia di aiutare di commentare un tuo pattern, ne avessi uno….
    Nel corso della telefonata molto gradevole speri che la figlia ritardi nell’uscita cosi puoi approfondire sto dubbio sulla spiritualità! Non serve te ne parla lui con estrema scioltezza ti dice che crede molto nella spiritualità e qui mi rendo conto di non aver capito un “cazzo” di sto aggettivo!
    Lui suadente ti argomenta che fare il trader è un mondo molto individuale e l’unico modo per aprirsi al mondo è dare, quindi devi essere spirituale per seguire le persone suoi allievi a crescere ad imparare, si capiva nella metacomunicazione che crescere per lui sta ad indicare come persona prima che come trader, senza avidità senza egoismo senza ipocrisia, (fai fatica a credere che abbia solo 30 anni).
    Si ho dovuto ricredermi ci sono soggetti che conosci on-line che sanno stupirti che sanno spiazzarti il primo per la verità ma mi è successo anche questo.
    Sta salendo in macchina la mia bambina, cerco quasi bruscamente di chiudere la conversazione, gli ricordo che è un grande, non solo per tutto lo scompiglio mentale che mi ha scatenato ma per il semplice fatto di avermi telefonato.
    Dopo oltre 24 di rivisitazione della conversazione dopo aver analizzato razionalmente il suo messaggio che è stato molto positivo con un energia fluida solare, dopo aver ripensato a tutti i suoi capitoli del blog dove a volte fa affermazioni forti, non sempre condivisibili descrive lati di se spigolosi posso affermare di aver trovato una persona coerente nell’esposizione dei suoi elaborati nel svolgere i pattern nell’essere profittevole con capacità di sintesi e coscienza , ho sentito una persona che è alla ricerca della crescita interiore, con un alto stato di consapevolezza,di alcuni suoi tratti caratteriali che ho potuto sondare non è per nulla meravigliato di se, concludo scoprendo che questa è spiritualità, GRAZIE VITTORIO continuerò a seguirti nonostante i miei 47 anni, penso che come dici tu, prima o pio ognuno di noi trova la propria strada, però io aggiungo che la strada te la devi cercare, la devi sudare a volte capita di cadere e ti devi rialzare e proseguire e, questo non è da tutti.

    • Molte grazie Cristian, mi sento molto onorato dalle tue parole. Spero continuerai a seguire il blog con la stessa passione che sei riuscito a trasmettere col tuo commento.

      Buona giornata
      Vittorio

  2. Complimenti per l’alrticolo di Cristian e le parole che ha scritto. spero che chi fara’ la revolution day gli darai la possibilita’ di diventare libero finaziarimanente sono sicuro che sara’ un ottimo master come per me e’ stata la coach su skype, naturalmente un master e’ qualcosa di professionale la coach e’ solo l’inizio.
    Cmq ti ringrazio di nuovo per tutto quello che mi hai insegnato e trasmesso.
    Grazie di nuovo Vittorio al prossimo articolo

    • A chi parteciperà al Revolution Day darò tutti gli strumenti tecnici, dinamici e analitici che mi hanno permesso di diventare il trader di successo che sono oggi. Attraverso la mia storia si ripercorreranno tutti i passaggi salienti e le prese di consapevolezza che mi hanno permesso di capire Il Segreto dei Market Movers.

Lascia un Commento