L’arte di suicidarsi senza stile

Ti vedo.

Apri l’operazione in reale. Ti sudano da morire le mani, hai la tachicardia.

Tenti di mantenere la calma mentre il prezzo oscilla noncurante tra la tua entrata e il tuo stop. Qualcosa nel cervello ti dice che non puoi sbagliare. Adesso allargo lo stop, così non sbaglio. Sì, sono bravo, non posso commettere errori.

Allarghi lo stop, intanto il prezzo non si decide a partire nella tua direzione. Si avvicina nuovamente al tuo stop. Togli completamente lo stop, promettendoti che starai molto ma molto attento a quello che farà il mercato.

Tua moglie è appena uscita per andare a lavorare, i figli sono a scuola. Sudi come un maiale anche se fuori ci sono due gradi sotto zero.

Se entrato long, il prezzo continua a scendere. Ti sembra che possa tornare su. Entri con un altro contratto in acquisto. Mediando recupererai la perdita e andrai in guadagno. Nessuno si accorgerà di niente.

Il prezzo è teso sulle bande esterne di Bollinger, la volatilità aumenta. Il gioco rischia di sfuggirti di mano. Ma tu sei un vero uomo, sai quello che fai. Sei sotto di cinquecento euro.

Il prezzo dopo un accenno nella tua direzione precipita ancora.

Sono sotto di mille euro. Come farò a spiegarlo a mia moglie?

Il prezzo entra in una trading range. Pensi che finalmente sarà la volta buona che invertirà.

Avviene un ulteriore e potente crollo. Sei sotto di duemila euro. Il prezzo non inverte e hai perso già buona parte del tuo piccolo capitale, dei tuoi risparmi, del sudore di anni messo da parte a cento euro alla volta.

Sei stremato, non sai che fare. Entri long con altri due contratti mediando al limite delle possibilità del tuo conto. Perché il mercato è così crudele? Dio, se esisti, aiutami questa volta, prometto che non lo farò mai più!

Il mercato crolla per l’ennesima volta. Il telefono suona. E’ il tuo broker che ti fa la temibile margin call. Se non metti altri soldi, devi chiudere baracca. Il gioco ti è sfuggito di mano.

Di altra liquidità non ne hai e devi chiudere. Il tuo conto in poco più di mezz’ora è bruciato. Sei distrutto.

Hai perso tutti i risparmi della tua famiglia. Sei davvero nei guai. Mia moglie chiederà il divorzio, i miei figli non mi perdoneranno mai. Sono un uomo finito.

E così ricominci da zero. Riprendi in mano la tua penosa vita da dipendente precario. Riprendi in mano quel futuro che cercavi con tutte le tue forze di allontanare.

Buon fine settimana

Sprappi

Il Segreto dei Market Movers

4 thoughts on “L’arte di suicidarsi senza stile

  1. Ciao vittorio in questo mestiere lo stop e” la ns. Salvezza ma se non lo metti nei posti giusti regali soldi ai broker e market mover o pochi trader bravi come te.
    Questa e” solo arte tecnica e avere un metodo che lavora come gli squali ..
    Buon week end anche a te.

  2. Ciao Sprappi,
    in uno dei prossimi post, se ti va, ci potresti dare un assaggio di come riconoscere i livielli in cui stanno molti ordini?
    Quei livelli di cui parli molto spesso in altri articoli del blog….solo se puoi però.

    Questo articolo mi ha messo un ansia 🙂

    • Ciao Piero, prossimamente parleremo a fondo di dove sono gli ordini e di come fare a sfruttare gli accumuli nei vari punti del grafico.

      Buona giornata

      Vittorio

Lascia un Commento