Il Ciccione di Barcellona

Nel periodo in cui frequentavo il broker a Barcellona veniva in sala tutte le mattine un signore corpulento e sempre sudato, insomma il classico trader ciccione, o come diremmo oggi il tipico nerd in giacca e cravatta.

Ogni volta che entrava in un trade gridava “AHAH!” come per dire “Adesso mi mangio il mercato per colazione”. Metteva il suo stop di 50 tick, si alzava e andava verso il distributore automatico per comprarsi una dozzina di barrette di cioccolato.

Appena tornava a sedersi gridava di nuovo “AHAH!” per comunicare a tutti i presenti che il mercato, come al solito, gli stava dando torto. Intanto cominciava a scartare due alla volta le merendine continuando a guardare divertito il monitor, come un bambino che attende l’inizio dei suoi cartoni animati preferiti.

Intorno alla sesta cioccolata un altro grido: “AHAH” seguito da “Hoy tambièn he perdido mil euros”, ovvero “Anche oggi ho perso mille euro”.

Era abituato così, a venire in sala trading e perdere felicemente ed impassibilmente il denaro.

Ovviamente, non possiamo certo dire che quello fosse un trader da prendere come esempio. D’altra parte c’è qualcosa che possiamo imparare da lui: la mancanza totale di interesse nei confronti della vincita o della perdita.

Questo è un punto davvero molto importante se vuoi diventare trader professionista: l’imparare a non provare emozioni per l’esito dei tuoi trade. Per il ciccione di Barcellona era indifferente vincere o perdere. Per lui l’unica cosa che contava era che il distributore di snacks fosse sempre bello pieno di roba.

Ecco, a livello emotivo se vuoi guadagnare sul lungo termine devi essere proprio come lui, impassibile (non necessariamente obeso, anche se aiuta). Il denaro non solo deve essere unicamente una positiva conseguenza del tuo operato, ma gli devi anche dare il giusto peso.

Più identifichi il trading con il denaro, più ti identifichi col tuo conto in banca, più sarai destinato a perdere.

Nel trading ogni perdita rischia così di diventare un ostacolo per procedere oltre, quando in realtà prendere tanti piccoli stop è l’unica maniera per procedere e andare avanti nel tuo lavoro.

Il Segreto dei Market Movers è il segreto di come non dare importanza al denaro

Buona giornata e buon fine settimana

Sprappi

5 thoughts on “Il Ciccione di Barcellona

  1. 100% d’accordo……….è non provare emozioni la parte piu’ difficile……….accettare le perdite lo è ancora di piu’………trading docet!!!!

  2. Giustissimo, ma per arrivare a questo bisogna fare un gran lavoro dentro di se.
    Una volta raggiunto il risultato allora si puo’ iniziare a tradare.
    Che il profitto sia con voi……….oops sia con NOI.
    Grazie Vittorio.

  3. SONO D’ACCORDISSIMO!
    Anche se spesse volte sono stato richiamato dal mio broker perchè sostiene che non ho il controllo del rischio!
    Sarà, ma di certo se pensi alla perdite che fai durante i tuoi trade è meglio cambiare mestiere……
    Il cavallo buono si vede sulla lunga cavalcata!
    saluti a tutti
    am

  4. Alla fine il trasferimento profittevole ha capito che ha in mano un trading syste da eseguire alla perfezione, che statisticamente funziona. Allora, ecco che vincere o perdere non ha importanza nell’immediato, se il risultato finale e’ il profitto.

Lascia un Commento