Hai mai comprato i Tampax a Gallipoli?

Ci sono storie che non vorresti sentire mai. Ci sono storie e situazioni così assurde che quando le ascolti credi che siano uscite dalla fervida fantasia di uno scrittore alcolizzato. Ci sono storie, infine, che ti fanno capire perché viviamo in un mondo così disordinato, depravato e degradato.

Ieri sera sono stato ospite di una famiglia altoborghese di Gallipoli in occasione del compleanno di una delle zie di Dario. Io e il mio amico Dario, all’atto pratico il fratello che non ho mai avuto, stiamo girando in lungo e in largo il Salento alla ricerca delle eccellenze per un grosso progetto di cui ancora non posso parlarti.

Ieri sera ho davvero respirato l’aria di un’altra epoca. Sembrava che la maestosa e ben curata villa fosse proiettata in un’altra dimensione storica, ai tempi della dominazione borbonica. Come si sa queste cerimonie cominciano sempre con persone che si comportano i maniera impeccabile, contenuta e a modo.

Ma quando arriva la notte, e nelle vene scorre più Champagne che sangue, allora la verità comincia ad emergere. E’ l’istintivo che ha la meglio sul razionale. L’animalesco che esce fuori con grande impeto per stracciare d’un colpo le intere maglie delle istituzioni civili.

Se negli anni ’80 e ’90 Rimini era la capitale indiscussa del divertimento, oggi ha passato la palla ad un’altra realtà, dal nome Gallipoli. La città sembra una delle tante magnifiche località marittime del Bel Paese. Ma qualcosa di mostruoso si cela tra le sue strade, per il lungomare e nei suoi supermercati.

In agosto la folla di turisti non permette neanche di avere il proprio metro d’acqua a disposizione. Di notte il delirio più completo. Nuove forme di sballo entrano prepotenti nelle serate dei più giovani.

Ragazzine pronte a improbabili prestazioni sessuali occasionali per un passaggio in macchina, gente accampata in strada o in spiaggia alla meno peggio, bottigliette volanti contenenti MDMA. E poi arriva lui, il re dello sballo a Gallipoli.

Il Tampax.

E’ stato un fatto di cronaca. La scorsa estate a metà agosto a Gallipoli non si trovava neanche un assorbente interno in tutta la città e nei comuni limitrofi.

La causa di questa sproporzionata domanda di assorbenti interni era dovuta al cosiddetto TAMPAX ALCOLICO. In pratica ragazzi e ragazze imbevevano il Tampax nell’alcol puro e poi se lo infilavano o nella vagina o nell’ano. Le mucose, assorbendo la sostanza in meno di 5 minuti permettono uno sballo assicurato con effetti collaterali in apparenza più moderati e meno visibili.

Insomma, una nuova frontiera dell’alcolismo.

Tutto questo mi veniva raccontato da una signora quarantenne molto distinta ieri sera nella villa degli zii di Dario. La quale aggiungeva anche che Gallipoli si era attrezzata per l’occasione con cinque spazi ospedalieri, ciascuno da 150 metri quadrati, pieni di barelle e soluzioni saline per ospitare le orde di giovani in coma etilico. E poi dicono che il degrado si trova a Bologna. Sarà anche un degrado diverso, ma io e i miei amici non ci siamo mai infilati niente su per il culo.

Questo è un mese davvero speciale. Hai la possibilità, se sei iscritto alla Comunità TOP SECRET, di poter iscriverti a delle Coaching con me o con Edoardo con oltre il 50% di sconto. Non perdere questa fantastica occasione in quanto l’offerta vale unicamente per questo mese. Dopodiché il prezzo sarà sempre quello standard di 425€ a ora. Perciò non mancare e iscriviti presto.

CLICCA QUI e iscriviti nell’ULTIMO POSTO DISPONIBILE della Comunità TOP SECRET di gennaio 2017

Inoltre, ti rendo noto che il Master in Dinamica dei Market Movers, l’unica strada per diventare trader professionisti e di grande successo, si è rinnovato. E con un prezzo invariato di 4990€ sono stati aggiunti nuovi temi e nuove interessantissime proposte formative. Inoltre, da quest’anno è possibile rateizzare il prezzo del Master in quattro parti, da pagare prima di ciascuna fase.

Perciò non esitare a scrivermi a trading.assistenza@gmail.com

Il tuo successo è la mia più grande soddisfazione

Buon fine settimana

Sprappi

6 thoughts on “Hai mai comprato i Tampax a Gallipoli?

    • Esatto, magari già caricati con l’alcool in un contenitore sigillato. Pronti all’uso.

      Buona giornata
      Vittorio

  1. Ciao Vittorio.
    Questa proprio non la sapevo…
    Si tolgono anche il piacere di poter gustare un buon vino od una buona birra, ma unicamente per avere il gusto dello sballo.
    Se poi aggiungiamo anche delle sostanze stupefacenti, allora il mix poi è davvero completo.
    Per i giovani maschi, ma anche femmine, ci vorrebbe il ripristino di sano anno di naja, che servirebbe a raddrizzare molte schiene.
    In alternativa un anno di servizio civile.

    Gianni.

    • Ciao Gianni, questa è solo una delle storie che ho sentito ieri sera. Ma non è tanto l’aneddoto in sé. Tutto questo è il campanello d’allarme di una intera civiltà in rovina. Ed è davvero un peccato perché siamo un grande paese. La nostra storia non merita tutto questo schifo.

      Buona serata
      Vittorio

  2. Buongiorno a tutti, ciao Vittorio,

    Quando ho letto questo articolo sono rimasto di ghiaccio, e non per le temperature attuali. Io sono del sud eppure questa novità del tampax non la conoscevo. È incredibile cosa fa la gente quando non ha nulla da fare.
    Pazzesco!!!

    • Ciao Massimiliano, la cosa più stupefacente è come la gente riesca a disperdere prezioso tempo ed energie. E magari è la stessa massa di caproni che poi si lamenta della disoccupazione.

      Buona serata
      Vittorio

Lascia un Commento