Gli articoli di Edoardo – Spettatore o protagonista?

Cari Amici ed Amiche del blog,

ormai sappiamo tutti benissimo quanto la forma mentis con cui si affronta la professione del trader possa fare la differenza nell’operatività. In realtà la differenza la fa in ogni aspetto della nostra vita, semplicemente il trading ha il magico potere di far emergere tutte le varie criticità personali in maniera molta più schietta.

In particolare oggi voglio farti riflettere su un’aspetto, quel che ti accade nella tua vita corrisponde a ciò che anche vuoi?

Se la risposta a questa domanda è no, probabilmente ti stai accontentando, ma che cosa intendo esattamente con “accontentarsi”?

Per accontentarsi intendo rassegnarsi a vivere una situazione insoddisfacente, frustrante, non appagante anzichè mettersi in gioco per aspirare a una condizione migliore.

Vero, a volte accontentarsi di determinate situazioni è necessario allo scopo stesso di creare le basi per una situazione migliore in futuro, in questo caso però l’accontentarsi viene utilizzato come strumento di attacco e non di difesa, ma soprattutto assume natura temporanea.

Volendo fare un paragone calcistico, concentrando i propri sforzi unicamente sulla difesa probabilmente una squadra riuscirà a non retrocedere, ma perchè accontentarsi unicamente di questo obiettivo anzichè nel contempo creare le condizioni per poter un giorno aspirare anche a qualche momento di gloria?

Ho voluto porre l’accento sul termine CREARE le condizioni perchè è proprio questo il passaggio fondamentale che fa la differenza fra l’essere spettatore e protagonista della propria vita.

Ognuno di noi nasce con una dose di ricchezza sotto forma di talenti, intelletto, abilità; una ricchezza che con il giusto impegno potranno diventare i presupposti per smettere di accontentarti.

E’ invece la rassegnazione, la convinzione di essere impotenti a spegnere ogni ambizione. Personalmente ti dico che ci sono passato, anche in conseguenza a troppi input sbagliati ricevuti dalle persone sbagliate, arrivare alla consapevolezza che invece è possibile impegnarsi attivamente per cambiare le cose fu come per un prigioniero uscire dalla caverna e scoprire finalmente un mondo di possibilità, volendo fare un parallelismo platonico.

nq

Oggi voglio farti vedere un’operazione che ho fatto ieri pomeriggio sul mio amatissimo Mini Nasdaq. A dire il vero è un’operazione molto discrezionale che esula un po’ dai criteri tradizionali che siamo abituati a vedere insieme su queste pagine ma assolutamente fedelissima alle Dinamiche dei Market Movers.

Siamo fondamentalmente in un trend ribassista, visibile anche sui timeframes più ampi, confermato sin dall’apertura di sessione dopo il sentiment toro di lunedi che si configurava come recupero di gran parte dello scivolone del prezzo di circa 150 punti indice avvenuto invece lo scorso venerdi. Il prezzo dopo aver lambito i massimi ed aver creato dei nuovi minimi di giornata entra in laterale piuttosto ampio. Ma la cosa veramente bella di quella zona di lateralità era data dagli ordini che si erano accumulati ai suoi estremi. A darmi il segnale definitivo per tentare uno short è stata una Magic Bar posizionata esattamente all’estremità dell’area di congestione. Un piccolo stop in macchina di 10 ticks per perseguire l’obiettivo di accompagnare i prezzi sui minimi temporanei di giornata, per un profitto atteso di 4 volte il rischio.

Il Segreto dei Market Movers è il segreto di come vivere alle proprie condizioni, non secondo i propri limiti.

Buona giornata

Edoardo

2 thoughts on “Gli articoli di Edoardo – Spettatore o protagonista?

  1. Ciao Edoardo,
    I tuoi articoli, oltre che formativi sotto l’aspetto del puro trading, contengono anche una parte molto riflessiva e, oserei dire, filosofica…motivo per cui li trovo sempre molto interessanti, bravo!

    Bella anche l’operazione, hai dimostrato di saper coniugare benissimo le conoscenze che hai appreso.
    Ho imparato da Vittorio a riconoscere i livelli di accumulo degli ordini e guardando questa immagine, in effetti, tutti i pezzi si incastrano alla perfezione e vanno appunto a disegnare il “puzzle” dei Market Movers.

    Grazie per la tua condivisione, un saluto, a presto!

  2. Ciao Stefano, ti ringrazio davvero molto per i complimenti, mi fa piacere che questi aspetti anche se non strettamente tecnici vengano apprezzati. Sono assolutamente convinto che nel trading la parte filosofica e se vogliamo, spirituale, sia essenziale e determinante al successo.
    Un saluto e buona giornata.
    Edoardo

Lascia un Commento