Gli articoli di Edoardo – La notte è piccola

Cari amici ed amiche del blog,

sono le 3 di notte e vi sto scrivendo dall’aeroporto di Londra. No, non sono stato sfrattato ripiegando sull’aeroporto ma avendo un volo alle 6 e 30 di mattina ed un sonno notoriamente molto pesante ho scelto deliberatamente di farmi trovare preparato in largo anticipo trascorrendo la nottata in aeroporto in compagnia dei viaggiatori più avventurosi.

La notte è stata da sempre il mio momento più proficuo e creativo della giornata, ricordo quando alla vigilia dell’esame di maturità ero nel più completo alto mare con la tesina e bastò un lavoro ben assestato in quelle poche ore notturne antecedenti l’esame (e ovviamente un bicchierone di quelli da fast food pieno di caffè) per sistemare tutto, tutto questo dopo essere tornato alle 2 di notte da una serata in compagnia della mia fiamma del momento. Insomma, non si può di certo dire che in quel frangente fossi attaccato al risultato, scolastico almeno.

Questa attitudine nottambula mi si è rimasta ancora oggi, è sempre di notte che mi vengono le idee migliori, o che analizzando i grafici di trading mi si accendono le varie intuizioni, di contro la mattina appena sveglio prima di prendere il caffè non mi ricordo nemmeno come mi chiamo, ma d’altronde non si può avere tutto dalla vita!

E’ di fondamentale importanza conoscere il proprio “Stato risorse” e come possiamo fare per attivarlo in base alle nostre attitudini personali. Per Stato risorse si intende quello stato mentale capace di farci lavorare con lucidità, efficienza e motivazione. Quando lo conosciamo bene e sappiamo come attivarlo ci permetterà di modellare tutti i dettagli della nostra operatività di conseguenza, ovviamente questo passa attraverso una profonda conoscenza di se stessi.

Per fare un esempio, un trader dall’operatività tranquilla e riflessiva troverà più naturale trading su strumenti più calmi e timeframes più ampi piuttosto che non nel fare scalping, parimenti chi sfrutta movimenti di breve periodo farà probabilmente fatica ad accettare psicologicamente di rimanere in un’operazione overnight. E poi ci sono io, dato che di mattina tendo ad essere meno produttivo sarà un caso che ho scelto di specializzarmi nei mercati americani?

Del resto una delle motivazioni più importanti che ci spinge ad essere trader è proprio il desiderio di libertà, e allora perchè non sfruttare appieno questo aspetto a nostro favore costruendoci le circostanze a noi più congeniali?

srym

In questi giorni nonostante il calo estivo dei volumi che già inizia ad influire sulle dinamiche dei mercati, alcune occasioni rimangono comunque meritevoli di attenzione, siamo sul future del Mini Dow Jones di ieri e dopo un’accelerazione rialzista scaturita dall’apertura il prezzo comincia a correggere con un movimento di simile ampiezza al ribasso rimanendo sostanzialmente in un ampio laterale.

Si crea il mio segnale di entrata, precisamente si tratta di tre segnali in uno un quanto abbiamo inizialmente un Broken Glass, dal quale il prezzo parte formando un Secondo Ritracciamento, in prossimità del quale è una Magic Bar a darci il semaforo verde finale, 6 ticks di stop e via al ribasso con l’obiettivo di andare a lambire un minimo importante di ieri. L’operazione non è stata proprio velocissima, complice anche l’orario, ma grazie alla gestione dinamica mi è stato possibile proteggere gran parte del profitto potenziale man mano che cresceva fino a chiudere a target con un rendimento di 5 volte il rischio escluse le commissioni.

Mi alzo tavolo di un coffee shop e mi dirigo verso i controlli di sicurezza circondato da una comitiva di inglesi in tenuta hawaiiana diretti a Maiorca, tutto sommato queste ore di attesa sono volate. Grazie a tutti voi per avermi tenuto compagnia.

Il Segreto dei Market Movers è il segreto di un giorno appena finito e di un giorno nuovo che è appena iniziato ( Ok lo ammetto, questa me la sono rivenduta spudoratamente ).

Buona giornata

Edoardo

4 thoughts on “Gli articoli di Edoardo – La notte è piccola

  1. Ciao Edoardo e complimenti per l ‘operazione e per la sua descrizione, davvero istruttivi.
    Fantastico avere tre segnali in uno (e riuscire a coglierli …)
    Una domanda: quanti grafici e strumenti finanziari tieni aperti sul tuo monitor ?
    Grazie mille
    Antonella

  2. Ciao Antonella,
    Ti ringrazio molto.per i complimenti, queste occasioni sono esattamente quelle in cui il grafico “ti parla” invitandoti a gran voce ad unirti al banchetto e non sono neanche così rare, l’importante come dici giustamente è riuscire a cogliere la vocina in tempo utile.

    Riguardo i grafici durante la sessione americana tengo aperti contemporaneamente Mini Nasdaq e Mini Dow ad 1 minuto dando di tanto in tanto un’occhiata ai rispettivi timeframes a 15 e 30 minuti giusto per vedere “dove siamo; dopodiche a scopo puramente analitico tengo su un altro schermo anche il future del petrolio e SP500 alternando i timeframes allo stesso modo. Di mattina invece osservo prevalentemente il Dax e il future della sterlina anche se di rado opero su questi ultimi.
    Grazie a te per il tuo commento.
    Buona giornata
    Edoardo

  3. Ciao Edoardocome va gran bell articolo sia sul lato delle emzioni e della conoscenza di se stessi che dal lato operativo.
    Esatto una volta stabilito che tipo sei scegli anche il tipo di operativita’ e di mercato che si addice meglio in base agli impegni che uno ha visto che come dici tu il trading ti permette anche questo e direi che secondo me sono arrivato a convicermi di 4 liberta’ del trading: tempo,luogo,capitale e rischio…
    In merito alla tua operazione tu sei entrato alla formazione della magic bar ma mentre si disegnava la candela successiva o in chiusura di quella?
    scusa una domanda se uno guarda i grafici h1 e m30 e poi si abbassa per operativita’ su tf 5 min in base a quello che e’ successo nella candela precedente h1 o m30 che io chiamo candela madre dove i minimi e massimi ti danno degli obiettivi o stop puo’ sfruttare i pattern nella frattalita’ di quelli che tu vedi su ft 1 min piu’ da scalper, poiche col 5 min hai piu tempo per decidere naturalmente rapportando sempre rischio rendimento e accettando che piu’ il tf e’ alto piu’ alto e’ il rischio,
    scusa la confusione e grazie in anticipo.
    Ciao leo

  4. Ciao Leonardo, qui tutto bene grazie, spero anche per te!
    Non posso che concordare con te circa le 4 liberta del trading, sicuramente presto dedichero un articolo a questo argomento ma questo spunto mi ha ricordato una frase molto veritiera che recita “Il trader e un pazzo che rischia il proprio denaro per la liberta, piuttosto che la propria liberta per il denaro”.
    La tua osservazione sulla frattalita e assolutamente corretta, d’altro canto le dinamiche di mercato si possono osservare su tutti i timeframes ovviamente tenendo conto che alcuni dettagli potrebbero necessitare di aggiustamenti.
    La mia entrata e’ avvenuta alla prima candela dell’accelerazione ribassita, ma in realta la cosa e stata casuale, ho piazzato un ordine pendente mentre si disegnava la candela successiva alla magic bar.
    Grazie per il tuo commento, a presto.
    Edoardo

Lascia un Commento