Gli articoli di Bruno – Il mediocre saccente

Un saluto a tutti gli amici del blog

Oggi vorrei parlarvi di una categoria di persone molto in voga, almeno dalle mie parti.

Quella categoria di gente che vorrei evitare ma…. Magicamente sono onnipresenti.

Mi rivolgo alla categoria denominata ironicamente da me: MEDIOCRI SACCENTI.

Gente che fonda teorie basate sul NULLA, gente tuttologa senza che hanno mai aperto nemmeno un sussidiario.

GENTE DELLA PLEBE che con due spiccioli in tasca spesi in spazzatura (sigarette, alcool, aperitivi, pronostici vincenti e sistemi matematici da veri tifosi e slot machine) il tutto accompagnato da qualche discotecata il sabato e la domenica mattina davanti un aperitivo alle ore 12:00AM dopo la sbronza del sabato sera… s’improvvisano GRANDI STRATEGHI ED ESPERTI DELL’ALTA FINANZA, discutendo delle ‘’manovre economiche’’ delle grandi banche. E alla domanda da 1,000.000 di dollari: CHI STAMPA I SOLDI? LA RISPOSTA DEI MEDIOCRI SACCENTI È “LA ZECCA’’!

Ragazzi potrei far sermoni ma non ne vedo l’utilità l’importante e aver reso il concetto.

Vi mostro l’operazione sul DAX del 20/10/2016

dax-doppio-ritracciamento

Devo dire che il mercato oggi, per il mio livello, è stato un tantino difficoltoso, diciamo che non ha rispettato a pieno i miei standard per svolgere operazioni. E in effetti non sono mancati i loss.

Loss che ci sono e devono mantenersi bassi, preferibilmente come consigliato dal MASTER e cioe’ l’1% del proprio capitale. Onde evitare strani effetti collaterali creati dalla nostra mente quando le perdite diventano ingenti.

Ma nonostante le difficoltà il mercato ci ha offerto un’ottima occasione per portarci a casa qualcosa.

L’operazione è scattata su un pattern ormai VIP nel blog. È un Secondo Ritracciamento su un’importante ed evidente zona di accumulo.

E con un rischio di 7tick siam riusciti, grazie alla gestione dinamica, a portarci 21 tick di gain.

PS: se non avessi tenuto uno stop stretto, molto probabilmente avrei visto il color rosso.

Osservazione, studio, strategia accurata e stop piccolo dovranno essere ‘’marchiati’’ nelle nostre menti.

La realtà è un effetto, cioè risultato di processi più sottili, il sistema di pensiero e credenze.

Ma voglio porvi un quesito. Come possiamo cambiare la situazione di mediocrità agendo e pensando sempre con la stessa mente che genera i problemi?? La crisi è una balla mediatica che non esiste come molto altro del resto, è solo un prodotto di una comunità di mediocri!!

Bene ragazzi, non mi prenderete mica troppo sul serio? O forse sì?

Anch’io delle volte non rispetto le regole che mi son imposto, delle volte ho degli stop un po’ larghi, anch’io prendo delle belle legnate che non mi fan dormire.

Ormai se mi fanno un encefalogramma escono solo candele!

Noi non vorremmo essere dei mediocri, noi vorremmo e dovremmo diventare dei professionisti.

Il professionista non arriva mai al suo obbiettivo, ogni volta che lo sta’ per raggiungere l’obbiettivo si allontana.

IL PROFESSIONISTA È UN ETERNO APPRENDISTA.

Un Saluto a tutti!!

Bruno

Lascia un Commento