Costruiresti una casa a partire dal tetto?

Il mio raffreddore sta dando il meglio di sé. Il canto è una delle mie grandi passioni da più di quindici anni. Non poter rompere le balle con la mia voce a causa del muco, devo dirlo, mi fa sentire come un gallo castrato. Ma non mi lamento, mi rifarò una volta guarito. E con gli interessi.

Come sai, la maggior parte degli articoli che scrivo li compongo il giorno precedente alla pubblicazione. Pubblico sempre di mattina, momento della giornata che dedico al trading almeno tre giorni a settimana. Questo articolo, ad esempio, lo sto scrivendo nel pomeriggio di lunedì. E siccome il lunedì non opero, il martedì non ci sarà nessuna operazione del giorno prima da commentare.

Mi arrivano sempre molte mail. Ringrazio tutti per la fiducia che mi date. Raccontare le vicende della propria vita a una persona che non conosci non è impresa facile. Soprattutto quando si parla di trading. Questa attività può fare affiorare anche nei cuori apparentemente più robusti e tenaci le debolezze più profonde, le paure più recondite, i fantasmi della mente più nascosti.

Non mi piace raccontare in giro le confidenze altrui. Se qualcuno si è fidato di me non lo devo tradire. Quando una persona ha perso tanto in borsa si può sentire finita. Il proprio ego si rimpicciolisce fino a prendere le dimensioni della punta di uno spillo. Ma io ti dico che nulla è perduto. Anche se avessi perso la casa, anche se ti fossi indebitato con i peggiori strozzini del tuo paese, anche se fossi ricercato e perseguitato da una dozzina di banche. Neppure in tutti questi casi potresti dirti fallito.

Il fallimento, così come lo conosciamo, è un’invenzione della nostra civiltà occidentale. L’uomo che si fa da solo, quello che non deve chiedere mai ed ha sempre la parola e l’azione giusta da fare. Questo è il personaggio che abbiamo in testa quando pensiamo ad una generica persona di successo. Ma il bello della faccenda, è che in realtà è tutto molto diverso.

La persona che più si realizza è quella che sa sbagliare con metodo. Sì, hai capito bene. Sbagliare, commettere errori con metodo. Questo ti permette di crescere e migliorare te stesso a una velocità incredibile e con uno sforzo davvero molto piccolo.

Bada bene, non ti sto dicendo che per crescere devi perdere tutti i tuoi averi. Lungi da me affermare questo. Il concetto che qui ti voglio trasmettere è un altro. Per crescere, per migliorarti giorno dopo giorno, devi imparare a sbagliare. In questo senso l’errore controllato è il punto di partenza per diventare un trader di successo.

Per guadagnare devi perdere. Ma perdi con criterio. Perdendo poco ogni volta, usando sapientemente e con disciplina il tuo stop loss, avrai la possibilità di costruire dalle fondamenta la struttura della tua conoscenza finanziaria. Se impari solo una tecnica e basta stai cominciando a costruire il tuo edificio dal tetto.

Per questo motivo i miei corsi hanno come pilastro centrale la Dinamica dei Market Movers. Questa deve essere il cemento armato della tua formazione, ciò su cui puoi e devi contare sempre, aldilà delle tecniche, a prescindere dalla gestione dell’operazione e addirittura aldilà dalla psicologia.

Caro amico, quello che ti sto dicendo è che, oltre tutte le tecniche, c’è qualcosa di così oggettivo ed eterno che una volta che l’avrai imparato avrai la possibilità di capire sempre cosa sta facendo il mercato, e regolarti di conseguenza. Saprai sempre come comportarti in ogni situazione, e soprattutto avrai un quadro completo di quello che stanno facendo gli squali.

Impara il Segreto dei Market Movers e cambia pelle. La tua corazza diventerà dura e invulnerabile. Lascerai per sempre le sembianze pennute e perdenti per diventare un predatore intelligente, preparato e vincente.

Credi nel tuo talento e ascolta il tuo cuore, perché questo patrimonio neppure la più cinica delle banche potrà mai togliertelo.

Buona giornata

Sprappi

Lascia un Commento